sabato 30 maggio 2009

vecchio mistero


ostentano

i giorni a venire

nel sudario

lasciano vuote le terre

in questa giungla urbana


la bruma separa ora

i confini dal mio occhio vedere

non hanno profilo

non hanno misura

in questa colata ombrosa


non tremo

non perdo l’ignoto

così che

possa restare il mistero

della vita

nella vita

per sempre



Giordan



14 commenti:

darksecretinside ha detto...

"non tremo
non perdo l’ignoto
così che
possa restare il mistero
della vita
nella vita
per sempre"
Rimango ancora qui...da degna compagna di viaggio...

Buona giornata tesoro.

giordan ha detto...

ciao darksecretinside, riflettevo sul disagio urbano, su quante persone sono ai bordi di un marciapiede, costrette a trascinare le ossa. Allora mi sono chiesto: cosa distanzia gli ultimi dai primi? L'arroganza, l'egoismo? il danaro?
Si! penso siano elementi fondamentali per tenere scisse le due società urbane. Sono elementi negativi, effimeri e nessuno può pensare di disporne sempre. Nella vita si può cambiare, si può diventare deboli, poveri. La nostra società è spietata e non perdona coloro che non riescono a stare al passo. Queste riflessioni hanno spinto il mio sguardo a raggiungere il confine delle città...ma una bruma deforma l'orizzonte e impedisce una corretta visione. Una metafora per guidare il lettore alla riflessione, alla consapevolezza dell'ignoto, di quello che non si può prevedere... l'ignoto, costituisce per certi versi il sale della vita e permette di sognare e poi, magari, di realizzare alcuni sogni. Può nascondere le nostre paure ma non può concretizzarle in quanto esse, materializzano solo nel presente, dove si innescano i conflitti.

E' nel presente che dobbiamo lavorare per non lasciare nessuno ai margini, è nel presente che non dobbiamo costituire l'inferno. Nell'ignoto l'inferno non c'è, non ha modo di esistere ma qui possiamo alimentarlo.


buona giornata a te carissima amica

un bacione

Guernica ha detto...

L'ignoto e il mistero sono dei doni per l'uomo. E non dobbiamo farceli scivolare tra le dita, mai.
Sono la sorgente della nostra sensibilità e di ciò che siamo e facciamo.
Che facciamo tutti i giorni per fare filtrare luce nella giungla urbana e nella nostra mente...
Che merito ci resterà per una vita condotta fine a se stessa?Che vantaggio avremmo a morire nelle ricchezze, quando il resto della "città" vive negli stenti?


Buona giornata caro Giordan!

giordan ha detto...

ciao Guernica, il disequilibro sociale, dovrebbe essere superato dalla saggezza e dalla umiltà.
Ma se le guerre continuano, i popoli fuggono, la fame e le ingiustizie imperversano, mai ci sarà pace, mai ci sarà giustizia. Non è necessario allinearsi ai vari ordini o credenze sarebbe sufficiente amare di più.


buona giornata

un abbraccio

Paola ha detto...

Bella riflessione!!!
Concordo con te... ma ci sono persone che vivono ai margini per loro libera scelta e quello che per noi è inferno per loro è paradiso.
Cmq riflessione meritevole...
Ciao Giordan ho un premio “Best Blogging Buddies Award For Global Communities” da consegnarti, se gradisci e vuoi passare domani a ritirarlo ti aspetto...
Buona domenica… un bacio...ciao ciao Paola

giordan ha detto...

ciao Paola, condivido la tua affermazione ma chi lo fa per scelta è proprio una minima parte.


Emmmm! io ti ringrazio con tutto il cuore del premio ma sono un pò scarso con la tecnologia e gli aggegi del blog... scusa la mia ingenuità ma cos'è un "best blogging buddies award for global communities"? Comunque passo a vedere e grazie infinite ancora


un bacione e buona notte

Guernica ha detto...

Da una mia recente riflessione, forse prima di tutto viene l'uguaglianza Giordan.Ritenere il prossimo uguale a noi.Stessi diritti e stessi doveri.L'amore viene di conseguenza...
Oppure è il contrario?
Rischia di diventare come il dilemma dell'uovo e della gallina..

Un bacione.

giordan ha detto...

ciao Guernica, hai ragione al 100%!
Ho il dubbio anche io sulla sequenza... perchè per l'uguaglianza serve amore e dopo di essa regna l'amore.


Ti abbraccio forte

ciao

upupa ha detto...

..ecco la verità...come hai detto tu :bisognerebbe amare di più!!!
ciao

Paola ha detto...

Hahahaha... Giordan
Trq entra nel mio blog e per prendere il premio (si tratta dei 2gattini) con il tasto dx del mouse lo copi e lo incolli nel tuo pc...
Poi predisponi un post di ringraziamento simile al mio (puoi copiarlo cambiando i dati ovviamente) e nel post inserisci la fotina... poi se ti va lo esponi in maniera fissa nel blog...
Se hai bisogno di aiuto chiedi pure... un abbraccio... ciao ciao

giordan ha detto...

ciao upupa, si penso sia l'unica strada


un abbraccio

giordan ha detto...

ciao Paola, ok proverò a fare l'operazione a presto e grazie ancora



ciao

darksecretinside ha detto...

Buon giorno amico mio...scusa il ritardo...
Ciò che hai spiegato dei tuoi versi è condivisibilissimo...
Io ci arrivo....ma spesso un emozione mi sorprende...perchè qualcosa tocca tasti personali...e li sosto a lungo...
del resto è questo il mio motivo,il mio cammino,il mio percorso...
ma quando ritorno a casa...porto con me tutta la tua ricchezza...che senza accorgermene...diventa anche la mia.
Un bacione grande!
"LUNA ^_^"

giordan ha detto...

ciao luna,

riuscire a trasmettere qualcosa attraverso le parole, i versi, mi rende felice e da un senso al mio continuo pensare


grazie ancora

un bacio