martedì 12 maggio 2009

dimenticare


dimenticare
penso

adesso

alle tracce che disperdo


in te
m'offusco nel coagulo di un ricordo

nel profumo di whisky

colato
sul tuo seno

i
l mio viaggio ricomincia da qui
e rincorro questa luce che non muore mai

corde esposte all'arco

saranno canto

lamento

saranno i tuoi ansimi solitari


ti accarezzerai pensandomi

ma sarò già oltre la frontiera

a te e con te

soltanto un violino

il mio

Giordan

14 commenti:

Paola ha detto...

Deliziosa!!!
I ricordi rimangono impressi nella mente e nel cuore... difficile dimenticare...
Ari ciao Giordan grazie e vista l'ora dolce notte un abbraccio

giordan ha detto...

ciao notte Paola e grazie a te.


un abbraccio

Guernica ha detto...

Farsi musica per la propria donna o il proprio uomo è qualcosa di speciale.
Forsi musica, dall'accento profondo come quella del violino...è molto di più.

Mi sono lasciata andare ad una interpretazione personale..

Grazie per la tua assiduità sul mio blog.Ci tengo molto.
Buona notte caro Giordan!

Guernica ha detto...

Farsi...non forsi..Non ci prendo più!:D

Pupottina ha detto...

rispondo al tuo commento di ieri: anche io credo che le cose vadano usate sempre al 60% della loro potenza.... eheheheheh.... saggio consiglio! me l'avessi detto prima non avrei fuso il micronde .... eheheheh
Buon mercoledì ^_________^

Pupottina ha detto...

è meravigliosa anche questa che ha un forte senso di rimpianto e di solitudine....
credo che se deciderò di fare una nuova settimana della poesia, dovrò certo includerti con questa tua "dimenticare"

giordan ha detto...

ciao Guernica, hai lasciato una considerazione profonda che mi emoziona moltissimo. Grazie di cuore per la profonda sensibilità che doni.


un abbraccio

giordan ha detto...

ciao pupottina, già...! sai la professione che svolgo mi ha concesso di penetrare negli alvei dell'ingegneria e quindi sono convinto che ogni elemento meccanico o naturale, debba lavorare nettamente sotto le prestazioni totali. Qualche volta si può dare il massimo certo ma per tempi brevi e distanti tra loro. il tuo forno probabilmente ha avuto una vicenda complessa...

eheheheh... ciao un bacione

giordan ha detto...

pupottina, sono felice ti piaccia la poesia e se farai la settimana della poesia, sarò lusingato di essere tra gli autori

grazie mille
un bacione


ciao

giordan ha detto...

pupottina, sono felice ti piaccia la poesia e se farai la settimana della poesia, sarò lusingato di essere tra gli autori

grazie mille
un bacione


ciao

Paola ha detto...

Ciao Giordan un saltino per augurarti una dolce serata bacione

PS: grazie di essere passato e del commento...

serenella ha detto...

Rimpianto, dolore,solitudine. Appartengono ad un amore che non c'è più, anche se sono convinta che, quando si è tanto amato, è difficile dimenticare per davvero. Quell'amore ti segue come un'ombra per il resto dei tuoi giorni, anche se incontrerai un'altra persona....

Ciao Giordan.

giordan ha detto...

ciao Paola, ho appena scritto un testo e senza riflettere più di tanto, l'ho già cacciato in un post.

A quest'ora comincio a riempire il foglio bianco.


buona notte ormai...

un abbraccio

giordan ha detto...

cia serenella, l'amore non è un elemento che può sparire. Può entrare in un sonno profondo, continuando a vivere così nei sogni.


un abbraccio