sabato 27 giugno 2009

progresso regressivo

aspetterò
che questo falso inverno transiti
per questi armati muri
per queste prede
rubate alla terra

nuovi mostri vuoti
avanzano ma
aspetterò

che il verde ancora ingoi
lo scempio

progresso regressivo


resta inatteso qui

questo tonare lontano

sorprende l’anima mia

adesso

nel verso ritorno andare

per vie di bosco

piume d’uccelli

versi e

volpi guardinghe


non sono strumenti

quei lontani lamenti

adagiano in aria e vagano

per stanze infinite


infrangono còi tronchi

le siepi

nel canneto

a valle

sui giunchi


ovunque questo tuono

questo rombare profondo

un’ugola meccanica che

violenta gli anfratti remoti

non da tregua e ingoia

tra fauci invisibili

ogni mistero

confuso nella selva


Giordan




17 commenti:

Pupottina ha detto...

chissà se il verde ingoierà mai lo scempio?

^___________^

Pupottina ha detto...

rispondo: viva la pancia!!! eheheh

Angelo azzurro ha detto...

Magari il verde ingoiasse tutti i capannoni inutili che sono sorti nel mio territorio!
Ciao Giordan

serenella ha detto...

Al punto in cui siamo, mi sembra corretto parlare di progresso regressivo, che, secondo me, ci farà tornare al punto di partenza. Alla esplosione di gas e polvere che generò l'universo. Hai sempre un occhio sui problemi attuali. Bravo.

Circa la tua domanfa relativa a Yabooks, ti ho risposto da me. Per quel che i riguarda, ho messo la foito della mia cagnolona Asia.

L'altro mio blog è: http://lindy11.blog.excite.it.
non ho ancora scritto nulla di tuo ma...conto di farlo presto.
Buonanotte.

giordan ha detto...

ciao pupottina,
credo di si...
la terra ha tolto il peso sulle orme dei grandi sauri

troppo impattivi per la continuità del sistema.

A breve, se non invertiamo il moto, toccherà ai sapiens "sapiens"...fortuna vuole che io sia un neandertal


bacioni

giordan ha detto...

ciao Angelo azzurro,

è il mio sogno nel cassetto...


un bacio

giordan ha detto...

ciao serenella,
a volte resto molto offeso dalla cattiveria umana, dall'ingordigia, dalla prevarcazione...allora mi escono parole di rabbia, di odio e penso agli altri esseri viventi che la nostra specie, ha messo da parte mentre loro, non lo fannoi e non lo faranno mai. il limite sta nella esagerata bontà del sistema, contro la nostra rabbia e potere.


un abbraccio

buona notte a te

darksecretinside ha detto...

Anche io attendo che transiti e vada a morire lontano, il mio inverno che dura da tanto....
Forse....se scorgerò nuove primavere sulla mia pelle, potrò riuscire anche, con serenità ed intangibile sofferenza, guardare al mondo...augurandomi, per quel momento tanto atteso, di trovarlo migliore....
Un bacio.

giordan ha detto...

C'è un'attesa, che domina le seti...
non dovrà diventare l'attesa di Godot ma, realistica apparizione di un mondo migliore, per tutti.


ciao Luna

un bacione

Guernica ha detto...

I primi versi mi hanno colpita molto Giordan.
Proprio oggi mi chiedevo "potrà mai questo scempio crollare alla natura?"...e guardavo la collina a ridosso sul mare.Ricordo com'era e vedo com'è.
Una tortura inflitta.

Anche io ti porto nel cuore caro amico e poeta!
Buona serata.

Lara ha detto...

Una delle poesie più belle e più attuali che abbia letto.
Grazie Giordan!
Lara

giordan ha detto...

ciao Guernica,è la mia segreta aspirazione.Spero che la natura sopravviva alla stupidità umana

giordan ha detto...

grazie Lara,
l'ho scritta di getto senza pensare.
Sono veramente deluso da questa bassezza degli uomini.

un bacione

ciao

Sill Scaroni ha detto...

Come te spero che la natura sopravviva alla stupidità umana.

*Meravigliso scritto.
Ciao.

Un abbraccio.
Sill

Guernica ha detto...

Mh. In questa era tutto ciò o chi è intelligenza muore.

Un bacio!

giordan ha detto...

graças Sill,

Seria uma pena que toda a culpa do homem

um abraço

Sill se eu escrever em italiano que você entendeu? Eu não sou muito bravoi com o Português

giordan ha detto...

condivido Guernica ed è per questo che sono molto preoccupato

bacioni