giovedì 18 giugno 2009

maschere

maschere


uomo

metafora del respiro

muovi passi equilibrandoti

perdendoti

cercando di sfuggire alla morte dei morti


alla morte dei vivi


corri

rincorri

fermati!



questa è la vita

senza attori e statue

senza difese al marcescente

senza limiti al ridere

Giordan



8 commenti:

Debora ha detto...

Qua dentro c'è l'essenza del tutto....Ora dimmi se te non sei un vero poeta.....non devi dire purtroppo....ricordati ogni età ha le sue tappe....la vita è un cammino, tramite il quale si fanno esperienze e vissuti che arrichiscono il nostro bagaglio....Qualcuno ci semina, e guida la nostra crescita, prima germoglio, poi piantina dinuovo albero che dà frutto....la nostra presenza seve e arricchisce chi ci è d'intorno, i nostri frutti (la tua poesia) nutre chi ha fame....tu la poesia...altri la pittura...altri ancora la musica....Siamo fatti per deliziarci e per deliziare...non importa per pochi o per molti: prima per noi....
Io amo ridere, lo faccio fin da quando son nata (mi ha detto mia mamma)...il riso non abbonda sulla bocca degli stolti, ma abbonda su quella che gode della vita e che tramite il ridere, contagia e porta serenità, felicità e vita a chi di ridere di serenità e felicità ha bisogno per tornare a vivere!!!
Debora

darksecretinside ha detto...

Eh si...amico mio..come incalzi bene e trasformi in poesia e delicati toni ciò che io,contrariamente...urlerei ed inveirei...
eh si....
maschere...
attori?
lo siamo tutti....
ma c'è chi recita qualcun'altro...
e c'è chi recita se stesso...un pò come me...
ma qui mi farei una bella chiacchierata con Pirandello (mio corregionale) che sono certa
avrebbe molto da dire in merito...
l'immagine scelta...mi riporta un pò...nuovamente...a mille considerazioni che si sono scatenate tutte insieme...
"maschere"
e dietro?
chi si cela?
e più spesse sono e più bieca e stolta, oltre che sorda è la sua sostanza...
un bacio.

Guernica ha detto...

Recitare una parte prestabilità rende l'essere umano il più meschino degli esseri viventi...
Il sentiero immancabilmente conduce
alla "morte dei vivi".
Fatto quanto mai reale, nonostante legato a ciò che è intangibile.
Se muore il respiro, il vento che ci anima...la carne a cosa serve?

Un abbraccio poeta!;)

giordan ha detto...

ciao Debora, sei sempre molto gentile, grazie.

Amo molto anch'io ridere, scherzare ed è bellissimo farlo con gli amici.

E' importante avere una carica di felicità e la voglia di ridere, il mondo sarebbe profondamente grigio altrimenti.

Dico purtroppo, perchè egoisticamante vorrei avere dieci anni in meno... però non vorrei rinunciare alla mia personalità odierna. Insomma...sono un pò pretendone ma alla fine vivo bene la mia età.


grazie ancora un bacione

giordan ha detto...

ciao luna,
hai usato un tono bellissimo nel tuo commento. Vero! verrebbe la voglia di scagliare parole e ira, contro certe spesse faccie false...e come dici tu, quando alcuni recitano un'altro, è ancora più antipatico.

grazie per esserci e per essere luna

un bacione

giordan ha detto...

ciao Guernica, è così.

recitare, inteso come alterare la propria personalità, connesso al desiderio di prevaricazione o più semplicemente di "stupido furbismo",
conduce alla morte dei vivi.

La carne senza pensiero e senza respiro, è solo massa inutile


grazie un bacio

giordan ha detto...

P.S.: per Debora:

guarda cosa avevo scritto anni fa, quando una maestra in classe a dei bambini di terza elementare, ha citato la frase "il riso abbonda nella bocca degli stolti":

Il riso abbonda
Nella bocca degli stolti…

E che sia l’abbondo di simil virtù
a sfociar tra giovini labbra
poiché esso
issa le vele dell’audacia
dell’ottimismo

feconde radici
intrise sono
nel riso di uomini miti
sereni
essi aprono l’ali
accolgono in pace
anche quel bieco muso trascinante l’ansia che
solo d’arroganza adorna
l’immagine sua impiume-

LA MAESTRA DI RIKY



P.S.2: la felicità, è il sale della vita


un bacione grande ciao

Debora ha detto...

STIKAZZI....scusa la scurrilità, ma quando ce vo' ce vo!!!
Ma è bellissima!!!!!
Domani ti scrivo più approfonditamente, scappo a cucinare che è arrivato il maritozzo!!!
Un bacione grande!!!