venerdì 27 marzo 2009

i sentieri nella selva

Sono le dieci di sera e il buio, da tempo, ha già inghiottito i colori.

I miei passi sono leggeri e non scuotono il sonno delle ghiandaie.

Continuo a salire, lentamente, per impedire al repiro di farsi sentire.

Non ho una meta precisa ne un tempo da rispettare.

Giungo ai piedi di un costone roccioso, in quel punto la vegetazione dirada e lascia vedere il paese in fondo alla valle. Le luci sono poche e fioche, la gente dorme e ignara attende il mattino. Trovo uno spazio alla base della parete bianca e mi siedo cercando di non fare rumore. C’è un’aria lieve che passa tra i miei capelli e si infila nel bavero della giubba, muove rami sottili, rivolti verso l’alto di giovani quercie. Non lascia nessuno privo della sua carezza, Il profumo della terra mi avvolge e trasforma la persona che sono in arbusto, impronta di tasso, radice, ali di gufo.

Il battito del cuore rallenta al riposo e allungando l’orecchio, s’intona alla donnola che più non teme la goffa mia sagoma o lo sguardo assorto nel pieno, lontano dal vuoto.

Adesso!

Essere tutto o niente, insieme o unica entità. Un passaggio estremo, l’oltrepasso del confine logico umano, il tornare a casa.

Riparto,

torno a salire,

è mezzanotte oramai.

Il fiato diventa pesante, i passi tonfano nel buio, non vedo i piedi alternarsi nella salita e concentro la mente solo nel moto….

Giordan




6 commenti:

upupa ha detto...

.....CHE BELLO....non avere una meta e nè un tempo da rispettare...è un sogno!!

Guernica ha detto...

..Ma scrivi delle cose bellissime!:)
Mi piace molto come mescoli le parole.
Buon fine settimana!!

giordan ha detto...

dipende da noi... dobbiamo tornare per vivere, dobbiamo scendere dal treno impazzito della vita frenetica.
c'è un mondo che ci circonda e che ci chiede pietà non aiuto... per aiutarlo dovremmo cambiare o...estinguerci. (meglio cambiare)!!

grazie upupa
hasta siempre

giordan ha detto...

sei molto gentile Guernica.
Cerco di tracciare sul foglio quello che passa nel mio cuore. A volte è un linguaggio incomprensibile, cifrato, mimetico come dicevo a darkesecretinside; una sorta di alfabeto morse. a volte, invece, le tracce del pensiero sono più chiare, trasmissibili...

ciao buon fine settimana a te Guernica

hasta siempre

darksecretinside ha detto...

LA TUA IMPRONTA.
ANCHE NELL'ULTIMO POST.
UN MESSAGGIO DI ERMETISMO E RICCHEZZA, QUALE SEI.
MA CHIARISSIMO.
IO RIESCO SEMPRE A VIVERE CIO' CHE DESCRIVI, ENTRO NEL BUIO, TRA I RAMI, SENTO IL SILENZIO DELLA NOTTE IN QUEI LUOGHI.
DA QUI, RIESCO A GIUNGERE IN QUEI FITTI BOSCHI.
QUESTO VUOL DIRE SOLO UNA COSA....
CHE HAI UNA GRANDE CAPACITA' DI TRASFERIRE IL MONDO CHE VIVI ATTRAVERSO I TUOI OCCHI, A NOI.
QUESTO E' UN DONO.

giordan ha detto...

sono lusingato darksecretinside,
è molto bello e profondo ciò che mi hai scritto


grazie