lunedì 27 luglio 2009

passaggi e ritorni

passaggi e ritorni


non è possibile

sapere una fine

un punto di arrivo

l’approdo


un bersaglio mobile

vagheggia come sempre

per linee di scissione


linee che

sono confini dell’oltre


un’oltre

dov’io

è stato per anni

chimere

lacrime

azione

utopia


un’oltre dove

chi passeggiava

al di là della cortina

poteva comprare scarpe di vernice e

lasciare gli zoccoli al nocciolo


ma arriverai

arriverai anche tu

pensando ai giorni davanti


non avrai certo le seti del ieri o

un freddo che ti attanaglia


lascerai alle tue spalle

un meccanico

perfetto

funzionale

mondo morto


Giordan


tratto da: aspettando il ieri



19 commenti:

Poeslandia ha detto...

Hmmm.. mi trovo in difficoltà a commentare.. sono pensieri tristi .. cosi ti lascio l'augurio di una felice e luminosa giornata con :-)

Poeslandia ha detto...

ops..come sempre scusami x gli errori ortografici :-)

Poeslandia ha detto...

..ancora io.. mi poi dire da quale città appartieni a questa bellissima immagine che hai nella barra del blog.. e un tale poesie di colori.. stupenda!! Incantevole..

Pupottina ha detto...

molto particolare.... già partendo dal titolo della raccolta ...aspettare qualcosa che è già passato racchiude speranze e constatazioni di quello che è già stato, ma che forse ancora non abbiamo afferrato, almeno non nel modo in cui avremmo voluto...

Pupottina ha detto...

sei tra i fortunati, infatti, il tuo commento mi è stato passato... è tutta l'estate che blogger, prima in un modo e poi in un altro, riesce a mettermi in difficoltà...
buon proseguimento
^_________________^

Guernica ha detto...

Quando leggo di cortine...immancabilmente mi vengono in mente i campi di sterminio e non riesco a pensare ad altro. Il pensiero si blocca li e mi accompagna. E non c'è nulla da fare!

Versi tristi e carichi di sensazioni caro Giordan.

Darksecretinside ha detto...

Questa poesia, a mio avviso è quella che ti sintetizza e rappresenta di più in assoluto. E' così che t'immagino...dietro la siepe in silenzio a raccontarti sfide che sai per certo che vincerai...a conoscere e ad riconoscere verità che sai già distinguere....
Ti adoro!

Guernica ha detto...

Buon fine settimana Giordan!:)

giordan ha detto...

ciao Poesilandia,
si, sono versi tristi e sono frutto, di una mia analisi, osservando le genti dell'est.

Credo esse siano persone cariche di amore ma nel contempo di una profonda e ancestrale tristezza. Hanno grazie al loro modo di essere però, accumulato una saggezza indefinibile che haimè, l'occidente, la coca cola e altre diavolerie insensate, stanno cercando di demolire.

La foto del mio blog?

E' uno scorcio della città di Vicenza. una città fantastica che ospita i tesori del Palladio.


grazie un abbraccio

giordan ha detto...

ciao pupottina, il titolo esprime la ricerca che ho fatto e l'identificazione, del nostro errare per il mondo e per il tempo....

un bacione

giordan ha detto...

ciao Guernica, è un'altra visione di ordine percettivo la tua e non posso negare, che in un contesto del genere, essa calzi perfettamente.

Le cortine, i confini, le scissioni, le persecuzioni e le sopraffazioni, sono tutte pratiche umane che escono dal contesto biologico e mettono in evidenza, la nostra ambigua presenza su questa terra....

Sei sempre molto attenta e sensibile Guernica, grazie per essere qui tra le mie righe d'inchiostro.

un bacione

giordan ha detto...

Ciao Luna, anche la tua visione trova dei significati significanti nel testo. Ci sono uomini che nascono per perseguitare e altri, con lo spirito liberatrio e di lotta per la libertà assoluta. Una sorta di guerriglieri della pace che, sfidano le guerre, con la forza del verbo e la matita... in questa figura mi identifico certamente.


un bacione

Guernica ha detto...

Buon giorno Giordan, quello che mi rispondi si accosta ad alcune letture che ho fatto in un certo senso...
Credo che il nostro "essere biologico" sia sempre più negato.Stiamo diventando dei mostri totalmente artificiali.Artificiose crezioni della nostra mente che crede di essere tutto su questa terra. In raltà non siamo proprio nulla. Beate illusioni!

Spero di essermi resa comprensibile eheheh vaneggio un po' ...

Pupottina ha detto...

rispondo: è una spiaggia caraibica.
è bello vedere una spiaggia così vuota ... da me c'è il pienone e ci viebne tolto anche il minimo spazio vitale... c'è troppa gente e troppa confusione... per tutta la settimana sognerò spiagge così...
^_____________^

Debora ha detto...

BUONE VACANZE!!
CI RISENTIAMO A SETTEMBRE!!

Guernica ha detto...

Caro Giordan, buone vacanze!:)

giordan ha detto...

buone vacanze a tutti voi. Scusate la mia latitanza ma sono sempre in giro per lavoro in controtendenza alle consuete vacanze....

ci risentiamo presto


DIVERTITEVI

CIAO

upupa ha detto...

ciao giordan...a risentirci!!!!!!!!!
un saluto

Pupottina ha detto...

eccomi di ritorno, mentre tu sei ancora in vacanza...

^____________^