sabato 12 febbraio 2011

in un giorno qualunque



è in un giorno qualunque o

l’altro

solito giorno

o quello dove non trovi i motivi

per cui accade

perché

l’immotivato

è così

sgronda tra i tubi verticali e neri ai muri

e non puoi farci niente

perché la pioggia non la fermi

e quindi scende

portandosi dietro del metallo

il ferùmene



perché così fa’ la vita

lascia che i toni fondano

e sfondano

è un ripetere ostentato

naturale

questo trascinarsi delle gocce

per ricongiungere i ponti di questa nostra infinita e

in-mutevole diaspora


giordan







9 commenti:

zicin ha detto...

Caro Giordan,
sei bravissimo!!!
Le tue parole scivolano con la stessa naturalezza dei giorni e dell'acqua... della vita e della morte... panta rei
Buon fine settimana

giordan ha detto...

grazie zicin, troppo buona. Cerco di trovare attraverso la parola, un senso alla vita umana...perchè a quella dei restanti esseri viventi l'ho trovato...

un abbraccio

ñOCO Le bOLO ha detto...


· Gracias por tu visita y comentario amable.
Una foto estupenda.

· Saludos

CR & LMA
________________________________
·

TuristadiMestiere ha detto...

ha ragione zicin, le parole scivolano via come la pioggia di cui parli. Ma ad un certo punto si raccolgono, si sedimentano e fanno riflettere.

giordan ha detto...

Olà CR e LMA obrigado um abraço

giordan ha detto...

ciao TuristadiMestiere, è così la vita...un pò come l'acqua, le gocce che corrono via o si congiungono piano tra loro per tornare mare...

un abbraccio

amatamari© ha detto...

E che la pienezza non ci travolga...
:-)

Splendidi versi, grazie!

giordan ha detto...

grazie a te amatamari
la speranza è che la diaspora in-muti e l'umanità diventi matura

un abbraccio

REGGINA MOON ha detto...

Giordan

Belíssimo!!!

Grata por sua visita e boa semana!!

Baci!

Reggina Moon