domenica 27 febbraio 2011

dedicato ad Hermann Hesse



Notte

Col crepuscolo ed il canto del merlo
s'avanza la notte dalle valli.
Le rondini riposano,il lungo giorno
anche le rondini ha stancato.

Per la finestra con un suono trattenuto
passa l'arcata leggera del mio violino.
Capisci, bella notte, la melodia-
la mia vecchia canzone, la canzone a te?

Un fresco fruscio giunge dal bosco
che il mio cuore rabbrividendo ride,
e piano con forza gentile mi vince
sia il sonno che il sogno e la notte.

Hermann Hesse


 

8 commenti:

DOLCI ACQUE DI TERRE BIANCHE ha detto...

ciao
è un piacere per me conscere
questo bel blog
soprattutto quando vedo pubblicato un grande scrittore e poeta
come hermann hesse
buona serata katya

zicin ha detto...

Che bella!!!
Quanta armonia!!!
Si specchia nella natura e si identifica con lei dolcemente mentre canta per lei.
Grazie Giordan, di averla proposta.
Ti auguro una felice settimana

giordan ha detto...

ciao Katya, benvenuta.
Questo luogo contiene parole come vedi

ciao a presto

giordan ha detto...

ciao zicin, Hesse aveva proprio il dono dell'armonia nelle sue poesie. E' raro trovare testi che annaspano, che inciampano sui versi

ciao e buona settimana anche a te

serenella ha detto...

Bellissima!
Ciao giordan.

TuristadiMestiere ha detto...

...e piano con forza gentile mi vince...bellissimo verso!

giordan ha detto...

ciao serenella,

grazie.
Hesse è stato un grande

giordan ha detto...

ciao Turistadimestiere, sai sempre toccare le corde più sensibili di un verso.

complimenti e grazie