lunedì 2 novembre 2009

ascolterò



















ascolterò

nel mio stare supino

il frullo degli uccelli

il gorgoglio dell’acqua

il sommesso canto del vento


ascolterò

dal grembo di questa terra

le mille voci di mia madre

il passo continuo

lento

di mio padre


allora

tornerò me stesso

ancora sarò fibra

tralcio di vite

seme

d’ altri semi



Giordan



12 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

Dolce, delicata, semplice, meravigliosa poesia.

Debora ha detto...

Meravigliosi versi..sembra di viverli..sentire gli uccellini, il gorgoglio dell'acqua e il vento...Intima l'immagine della madre terra..e di tua madre..la tenerezza che sprigiona tuo padre..
Ritrovati, Giordan, sii quel tralcio di vite e seme d'altri semi...

zoé ha detto...

Molto bella .. Mi sto emozionando .. I ricordi affiorano ...... Complimenti.

Lara ha detto...

Bellissima, piena di dolcezza!
Complimenti Giordan....
Ciao,
Lara

Colombo ha detto...

sono ricchi di tenerezza anche

Pupottina ha detto...

bravissimo, come sempre, Giordan, questa poesia è di una dolcezza e di una nostalgia che parla all'anima

buona serata

giordan ha detto...

ciao Angelo Azzurro, grazie.

E' un testo oramai datato l'ho scritto qualche anno fa.

sono felice ti piaccia quando rileggo le mie cose invece, trovo sempre un sacco di difetti...

un abbraccio

giordan ha detto...

Carissima Debora, felice di averti qui con le tue dolci parole.

In me vive un legame ancestrale con la terra...


un abbraccio

giordan ha detto...

grazie anche a te zoè, i ricordi fanno parte integrante della nostra persona e il riviverli è come respirare tratti di un nostro passato


un abbraccio

giordan ha detto...

ciao Lara, quando ho gettato sulla carta le parole del testo, stavo seduto sulla barriera corallina del versante caldo dei Berici. Poco più in su, c'è il luogo tra la boscaglia, dove passo le notti ad ascoltare i rapaci notturni... forse è stata la magia di quella notte o...chissà...

grazie a te un abbraccio

giordan ha detto...

grazie Colombo e benvenuto.
Farò un salto da te a dare un'occhiata.

P.S.: Colombo, uno dei polizieschi che amo di più...troppo forte Peter Falk.

ciao

giordan ha detto...

Pupottina, troppo buona grazie.

nostalgia e anima...direi di sì, è proprio un cammino nostalgico sui sentieri dell'anima


un abbraccio