domenica 30 agosto 2009

tu ed io a Kapuvar




















tu ed io a Kapuvar



come desidero ancora i tuoi passi alle mie spalle

le tue mani

fuggite nella creta

e poi

tra le pieghe di un vaso o

tra le rughe

della mia vita


Giordan

15 commenti:

Sill Scaroni ha detto...

Che foto bellissima ...
Ciao Giordan.
Sill

amatamari© ha detto...

Grazie.

giordan ha detto...

ciao Sill,
ti ringrazio di cuore


un abbraccio

giordan ha detto...

grazie a te amatamari

un abbraccio

Pupottina ha detto...

Wow!
veramente bella!

giordan ha detto...

ciao Pupottina,


grazie, sono contento ti piaccia

ciao

Guernica ha detto...

Che qualcuno sappia toccare con mano le pieghe della nostra Vita.
Questa è la mia personale preghiera, ispirata dai tuoi versi caro Giordan!

Ora è tempo che io vada a fare un giro sull'altro tuo blog ;)

P.S. Sono tornata!!!

giordan ha detto...

ciao Guernica, è la forza dell'amore che riesce ad instaurare un rapporto intimo di tale proporzioni. Io te lo auguro con il cuore che tale forza ti avvolga. Ben tornata mi sei mancata e con gli studi come va? bene di sicuro si capisce al volo che sei una in gamba

a presto


un abraccio

Guernica ha detto...

Ce lo auguriamo tutti caro Giordan!

Lo studio?
Bella domanda...quando avrai tempo passa da me e capirai...

Angelo azzurro ha detto...

Solo un saluto, ciao Giordan, ci si rilegge!

giordan ha detto...

a presto Angelo Azzurro


un abbraccio

Memória de Elefante ha detto...

per evitar piú crudel sorte....belo,muito belo!

serenella ha detto...

Bellissima!!!!

giordan ha detto...

VERDADEIRO! O destino cruel de velho ... mas o que conta é o espírito

obrigado

abraço

giordan ha detto...

grazie Serenella,
grazie di cuore

un abbraccio